VIE E CIVILTÀ DELLA TRANSUMANZA (PATRIMONIO IMMATERIALE UNESCO 2019)

Le province di Chieti e di Pescara sono interessate dalla presenza dei tratturi, il più imponente monumento della storia economica e sociale dei territori dell’Appennino Abruzzese-Molisano e del Tavoliere delle Puglie, percorsi formatisi in epoca antica in relazione a forme di produzione economica basate sulla pastorizia, posti sotto la tutela del Ministero dei Beni Culturali. Nel maggio 2015 è stata presentata la candidatura per il riconoscimento della Via e Civiltà della Transumanza come patrimonio immateriale all’UNESCO per valorizzare questi percorsi dal punto di vista turistico e culturale.

Il tratturo più grande che interessa le due province è il Tratturo Magno, che parte dalla città dell’Aquila e arriva a Foggia dopo aver percorso 244 km, attraversando diversi comuni, tra cui Corvara, Pietranico e Rosciano (per la provincia di Pescara), Chieti, Lanciano e Vasto (per la provincia di Chieti).

Altro tratturo che attraversa le due province, ai piedi del massiccio della Majella (la cima più alta è il monte Amaro mt. 2793), è il Centurelle Montesecco, per un totale di 155 km, che parte dalla  Chiesa tratturale di S. Maria di Centurelli, presso Civitaretenga nell’Aquilano e termina sullo stesso Tratturo in Molise passando per i comuni di Bussi sul Tirino, Bolognano e Manoppello (per la provincia di Pescara) e Roccamontepiano, Fara Filiorum Petri e Guardiagrele (per la provincia di Chieti).

L’epica della transumanza ispirò Gabriele d’Annunzio nella sua poesia “Pastori” di in cui il Vate racconta il lento cammino dei pastori e delle greggi dai monti abruzzesi verso i pascoli erbosi della Puglia, fino al contatto con la sua amata Costa dei Trabocchi, tratto roccioso di litorale Adriatico della provincia di Chieti segnato dalla diffusione del trabocco, macchina da pesca su palafitta oggi luogo di immersioni nei sapori della cucina marinara e meta di turisti da tutto il mondo.

COSA VISITARE

  • Sul Tratturo Magno, a Chieti, escursione nel centro cittadino e visita ai musei archeologici della città e al Guerriero di Capestrano, scultura del VI secolo a.C., simbolo d’Abruzzo. A Lanciano, visita ai luoghi tratturali della città, Chiesa del Miracolo Eucaristico e del borgo medioevale. Pranzo degustazione nella Torre Vinaria di una cantina vinicola della campagna frentana; Passeggiata a piedi o mountain bike sulla Costa dei Trabocchi e cena sul trabocco. Visita alla città di Vasto, camminata nel centro storico e visita alla Pinacoteca di Palazzo D’Avalos. Pranzo in ristorante con “brodetto di pesce alla Vastese”. Visita alla Riserva Naturale di Punta Aderci in ebike, con partenza da Casalbordino Lido, località Casetta Santini, spiaggia dunale sul Tratturo Magno con degustazione di prodotti caseari.
  • Pescara, visita ai luoghi di Gabriele D’Annunzio, Casa Natale con museo, Museo d’Arte Moderna Vittoria Colonna e Museo Basilio Cascella. Sempre nei luoghi dannunziani, visita all’Eremo dannunziano situato nel promontorio localizzato nella contrada delle Portelle di San Vito Chietino dove nell’estate del 1889 risiedette Gabriele d’Annunzio con la sua amata Barbara Leone che originò alcune tra le meravigliose pagine dell’opera dannunziana del Trionfo della Morte.
  • Nei luoghi del Tratturo Centurelle Montesecco, sono da visitare i monasteri di San Clemente a Casauria(sito nel comune di Castiglione a Casauria) e di San Liberatore a Majella. Ad Abbateggio si trova un intero villaggio a tholos, le cui capanne in pietra erano il riparo quotidiano dei viandanti e dei pastori transumanti. Turismo esperienziale sui luoghi tratturali, con laboratori del formaggio e della lana e con racconti e storie della civiltà della transumanza. Ancora da visitare: Manoppello, con la Basilica del Volto Santo e lungo il percorso tratturale i comuni di Serramonacesca, Roccamontepiano, Fara Filiorum Petri, paese famoso per la manifestazione folcloristica delle Farchie.

Chiedi per maggiori informazioni

DA NON PERDERE

Gli Eremi della Majella sui luoghi di Celestino V, il papa del gran rifiuto, il Parco Nazionale della Majella con i suoi sentieri di trekking, i percorsi cicloturistici delle province di Chieti e di Pescara e la Rete Ciclabile dei Trabocchi.

I COLLEGAMENTI

Aeroporto d’Abruzzo (Chieti-Pescara), Ferrovia Adriatica e Roma-Pescara, autostrada A14-A25, Porto Turistico Marina di Pescara

Chiedi per maggiori informazioni

 

CAMERA DI COMMERCIO CHIETI PESCARA

Tel: +39 0854536208-243
Email: promozione@chpe.camcom.it
Web: www.chpe.camcom.it www.leviedeitratturi.com