I SASSI ED IL PARCO DELLE CHIESE RUPESTRI DI MATERA (SITO UNESCO DAL 1993)

Senza tempo! Esito paradossale per una città dalla storia complessa: città di confine, di contrasti, di competizione e fusione tra paesaggi, civiltà, culture diverse. Competizione che ha visto dapprima l’aspro paesaggio murgico materano farsi ideale supporto della “civiltà rupestre” di matrice bizantina ed orientale, e che ha visto poi, a partire dall’avvento dei normanni, il sistematico tentativo di riduzione della “città rupestre” alle regole della “cultura della città” europea: dal romanico, al rinascimento, al barocco, otto secoli di costruzione e rifinitura della città hanno tentato di plasmare, vincere le naturali “resistenze” del preesistente habitat rupestre, determinando architetture e sistemazioni urbane di particolare qualità ed originalità.
L’insediamento umano nel territorio di Matera è antichissimo. Il nucleo originario della città era, ed è ancora oggi, costituito dalla Civita ai cui lati, nelle due conche carsiche, si sono sviluppati gli stupefacenti Sassi. Nel X Secolo gruppi di pastori incominciarono ad insediarsi e a ricavare nella morbida roccia abitazioni rustiche. Questi agglomerati divennero talmente complessi da determinare un’occupazione totale dei pendii e diedero vita ad una delle strutture urbane organizzate più incredibili mai create al mondo, un capolavoro assoluto dell’ingegno e della capacità di adattamento di un’umanità impegnata a sopravvivere alle difficoltà ambientali.
Matera antica può essere considerata “la capitale della civiltà rupestre” sviluppatasi nell’arco murgico pugliese tra IX e XI secolo d.C., sia per la vastità della gravina interessata, che per la permanenza storica dell’insediamento urbano, giunto fino ai nostri giorni.
Matera è Capitale della Cultura Europea 2019.

Mappa interattiva dei beni culturali di Matera

L’Istituto per le Tecnologie della Costruzione (ITC-CNR) nell’ambito del progetto Mu.S.A. (Must See Advisor) ha sviluppato un applicativo totem multimediale touchscreen per consultare la mappa interattiva dei beni culturali di Matera. L’applicativo, sviluppato per il CESP, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Matera, mira a dare visibilità, attraverso l’ausilio di nuove tecnologie, ai siti culturali e storico-architettonici meno conosciuti, anche ai fini di una loro promozione turistica. Il sistema sviluppato, in particolare, produce una mappa interattiva consultabile in rete contenente informazioni e documenti (associati ai siti georeferenziati) curate da specifici portatori di interesse – comuni, associazioni culturali, scuole secondarie – in modo da valorizzarne le conoscenze e ridurre drasticamente le possibilità di localizzare erroneamente i siti (o P.d.I. – Punti di Interesse). Le caratteristiche fondamentali della mappa interattiva sviluppata da ITC-CNR per Matera (http://www.ba.itc.cnr.it/MTR), sono:
– Geolocalizzazione dei siti mediante GPS;
– Usabilità anche da parte di utenti con problemi di percezione cromatica;
– Consultazione dei documenti multimediali associati ai P.d.I. selezionabili mediante tabelle (con funzioni di ordinamento e ricerca) o graficamente (visualizzando immagini di anteprima in modalità “gallery” o “tile”);
– Visualizzazione dei P.d.I. in funzione del secolo selezionato dall’utente mediante una “barra del tempo”Filtro dei P.d.I. in funzione di vari parametri, tra cui l’accessibilità fisica;
– Best Site: San Giovanni Battista, virtual tour (http://www.ba.itc.cnr.it/MTR/VT/VT17.html).

Chiedi maggiori informazioni


COSA VISITARE
1 Passeggiata per il centro storico con cena in uno dei ristoranti caratteristici dei Sassi.
2 Visita guidata al Parco della Murgia Materna, alla Cripta del Peccato Originale, definita la Cappella Sistina della pittura parietale rupestre, con affreschi di matrice longobarda, databili al IX secolo e tra i più antichi presenti in Basilicata. Potrete poi proseguire per Murgia Timone, l’area più panoramica, e ammirare i complessi rupestri. Da non perdere anche le Chiese Rupestri di Santa Lucia alle Malve, di Santa Maria dell’Idris e dello straordinario complesso del Convicino di Sant’Antonio.
3 I dintorni di Matera sono preziosi quanto la città stessa, come Miglionico, cittadina caratterizzata dall’imponente Castello del Malconsiglio, di origine normanna, che domina tutta la valle. Si prosegue con la Basilica Pontificia di Santa Maria Maggiore, che custodisce il meraviglioso Polittico di Cima da Conegliano e una splendida cripta normanna. Infine si consiglia di fermarsi a Montescaglioso, feudo degli Altavilla, e visitare l’Abbazia di San Michele Arcangelo, monumento tra i più pregevoli del Sud Italia e simbolo della città.

Chiedi maggiori informazioni


DA NON PERDERE

Il Parco della Murgia, Miglionico, Montescaglioso, Gravina di Matera.


COME ARRIVARE

L’aeroporto più vicino è il Karol Wojtila di Bari Palese, distante appena 60 Km circa. Altro aeroporto è quello del Salento a Brindisi, distante 150 km circa.

Matera è capolinea della linea Bari-Matera (a scartamento ridotto) delle Ferrovie Appulo Lucane.


CESP – CENTRO SERVIZI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Azienda Speciale della Camera di Commercio di Matera

Tel. +39 0835 338411

Email: cciaa@mt.legalmail.camcom.it

Web: www.mt.camcom.it