IL POLLINO GEOPARK ( RICONOSCIMENTO UNESCO 2016 )

Con i suoi 192.000 ettari, il Parco Nazionale del Pollino detiene il primato di parco nazionale più esteso d’Italia. Panorami mozzafiato, boschi, fiumi e altopiani si susseguono su uno dei massicci più belli e caratterizzanti dell’Appennino, a cavallo tra la Basilicata e la Calabria, e tra due mari: il Tirreno e lo Ionio.
Tra vasti boschi di faggi, abeti, aceri, ontani e gli straordinari pini loricati (specie vegetale relitta dell’ultima glaciazione, divenuta simbolo del Parco), le ampie creste sommitali danno il senso profondo della wilderness, grazie ad una modesta e assolutamente non invasiva presenza dell’uomo. I visitatori potranno immergersi nella natura e osservare cavalli e cinghiali in libertà ma anche animali in via d’estinzione come lontre e gufi reali, mentre il cielo sarà costante luogo di passaggio per nibbi, aquile reali e capovaccai.
Presenze floreali di rilevante importanza (tra cui orchidee, narcisi, genziane, ginestre) accompagnano l’ascesa per le vette oltre i 2000 metri, innevate per gran parte dell’anno. Valli bellissime sono solcate da diversi corsi d’acqua e rari tesori geologici si mostrano in affioramenti rocciosi, profonde faglie, gallerie e voragini che si insinuano per chilometri nel cuore della terra. Canyon fantastici scorrono tra imponenti pareti, scenari ideali per il torrentismo e il rafting.
Il Pollino è visitabile in tutte le stagioni: d’inverno, quando sentieri e pianori si trasformano in soffici distese per lo sci di fondo; in primavera, quando le fioriture esplodono in mille colori, invitando all’escursionismo; d’autunno, il momento cromatico in assoluto più suggestivo; e d’estate, quando trekking, walking e mountain bike sono attività che vi porteranno a scoprire una delle meraviglie del Sud Italia, nonché uno degli universi botanici più ricchi e vari dell’intera penisola.
Ricchissima è l’offerta di attrazioni turistiche di varie tipologie in Basilicata, oltre a quelle del Parco del Pollino: siti culturali, musei, spettacoli dal vivo, parchi letterari e naturalistici, circuiti di turismo adrenalinico e naturalistico: su tutti il “Volo dell’Angelo” e “Dolomiti Rocks”, la prima ferrata del Meridione d’Italia, a Castelmezzano-Pietrapertosa; il “Volo dell’Aquila” a S.Costantino Albanese; il “Ponte alla Luna” a Sasso di Castalda. E poi tante opportunità per escursioni, trekking, rafting, arrampicata, canoa e ogni altro tipo di attività all’aria aperta.

Chiedi maggiori informazioni


PROPOSTA DI PERCORSO

GORNO 1

Arrivo a Potenza in serata, sistemazione in albergo con cena a base di prodotti tipici in uno dei ristoranti della città.

GIORNO 2

Visita agli attrattori turistici e della zona limitrofa a Potenza: Visita Ponte Tibetano a Sasso Castalda, Volo dell’Angelo a Castelmezzano, visita al Borgo di Pietrapertosa.
Partenza per il Parco del Pollino, con Cena e pernottamento a Rotonda (PZ) sede dell’Ente Parco.

GIORNO 3

Escursioni e visite guidate nell’area Parco Del Pollino ricco di biodiversità. A seconda delle preferenze si può optare per escursioni più o meno impegnative e raggiungere luoghi con diverse caratteristiche panoramiche naturalistiche.
Sono presenti anche itinerari in mountain bike o a cavallo. Visita guidata al Fiume Lao, dove è possibile praticare il rafting tra le goe dell’omonimo fiume.
Visite guidate nei borghi del parco e del Museo naturalistico e paleontologico di Rotonda, dove sono esposti i resti restaurati di un esemplare di Elephas antiquus italicus risalenti al Pleistocene medio superiore (400.000 – 700.000 anni fa) ed anche altri reperti fossili di altre specie animali

GIORNO 4

Check out e rientro nella località di provenienza.

Chiedi maggiori informazioni


I DINTORNI

L’area del parco si estende fino ai confini della costa tirrenica a ridosso di Maratea. Impianti di risalita e piste da sci di Monte Sirino.


I COLLEGAMENTI

Aeroporto di Napoli – Capodichino
Aeroporto di Bari e Aeroporto di Lamezia Terme
Autostrada del Mediterraneo


CAMERA DI COMMERCIO DI POTENZA

Tel: +39 0971412111
Fax: +39 0971412248
Web: www.pz.camcom.it

 

Lascia un commento