PARCO NAZIONALE DEL POLLINO ( RICONOSCIMENTO UNESCO 2016 )

Con i suoi 192.000 ettari, a cavallo tra Basilicata e Calabria, il Parco Nazionale del Pollino è il parco nazionale più esteso d’Italia. I vasti boschi di faggi, abeti, aceri, ontani e pini loricati (specie vegetale relitta dell’ultima glaciazione, divenuta simbolo del Parco), insieme a presenze floreali come orchidee, narcisi, genziane e ginestre, testimoniano come la presenza dell’uomo sia limitata e non invasiva. I visitatori potranno quindi immergersi nella natura, osservando animali in libertà come cavalli, cinghiali, lontre, gufi reali, nibbi, aquile reali e capovaccai.
Il Pollino è visitabile in tutte le stagioni: d’inverno, quando sentieri e pianori si trasformano in soffici distese per lo sci di fondo; in primavera, quando le fioriture esplodono in mille colori, invitando all’escursionismo; d’autunno, il momento cromatico in assoluto più suggestivo; e d’estate, quando trekking, walking e mountain bike sono attività che vi porteranno a scoprire una delle meraviglie del Sud Italia, nonché uno degli universi botanici più ricchi e vari dell’intera penisola. Inoltre, i fantastici canyon che scorrono tra le imponenti pareti rocciose sono scenari ideali per il torrentismo e il rafting.
Ricchissima è l’offerta di attrazioni turistiche di varie tipologie in Basilicata, oltre a quelle del Parco del Pollino: siti culturali, musei, spettacoli dal vivo, parchi letterari e naturalistici, circuiti di turismo adrenalinico e naturalistico: su tutti il “Volo dell’Angelo” e “Dolomiti Rocks”, la prima ferrata del Meridione d’Italia, a Castelmezzano-Pietrapertosa; il “Volo dell’Aquila” a S.Costantino Albanese; il “Ponte alla Luna” a Sasso di Castalda.

Chiedi maggiori informazioni


COSA VISITARE

1 Visita di Potenza e assaggio della cucina tipica in uno dei numerosi ristoranti.

2 Esplorazione delle zone limitrofe a Potenza: Ponte Tibetano di Sasso Castalda, Volo dell’Angelo a Castelmezzano, il Borgo di Pietrapertosa. In seguito potrete partire per il Parco del Pollino, cenando e pernottando a Rotonda, sede dell’Ente Parco.

3 Escursione del Parco Nazionale del Pollino, ricco di biodiversità. A seconda delle preferenze e del livello di preparazione si può optare per escursioni più o meno impegnative, e raggiungere luoghi con diverse caratteristiche panoramiche e naturalistiche. Sono presenti anche itinerari percorribili a cavallo o in mountain bike, mentre tra le gole del Fiume Lao è possibile praticare rafting. Le visite guidate sono effettuate anche nei borghi del parco e nel Museo naturalistico e paleontologico di Rotonda, dove sono esposti i resti restaurati di un esemplare di Elephas antiquus italicus risalenti al Pleistocene medio superiore (400.000-700.000 anni fa), oltre a reperti fossili di altre specie animali.

Chiedi maggiori informazioni


DA NON PERDERE

L’area del parco si estende fino ai confini della costa tirrenica a ridosso di Maratea. Impianti di risalita e piste da sci di Monte Sirino.


COME ARRIVARE

Aeroporto di Napoli – Capodichino
Aeroporto di Bari e Aeroporto di Lamezia Terme
Autostrada del Mediterraneo


CESP – CENTRO SERVIZI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Azienda Speciale della Camera di Commercio della Basilicata

Tel: +39 0971 411357

Email: cesp@basilicata.camcom.it


Web: www.pz.camcom.it

Lascia un commento