PORTOVENERE, CINQUE TERRE, E LE ISOLE ( PALMARlA, TINO E TINETTO)(RICONOSCIMENTO UNESCO DAL 1997)

Le colline a strapiombo sul mare, gli incantevoli borghi marinari, la fusione perfetta tra storia e ambiente, l’armonioso rapporto tra uomo e natura, cui si deve un paesaggio di straordinaria bellezza scenica, emblema di un tradizionale modo di vivere, mostrano come nella provincia spezzina abbia luogo un armonico connubio tra uomo e territorio.
Questo poetico scorcio del territorio ligure dell’estremo levante ospita il Parco Nazionale delle Cinque Terre ed il Parco Naturale Regionale di Portovenere: siti entrambi dichiarati, assieme alle isole Palmaria, Tino e Tinetto, patrimonio mondiale dell’umanità il 5 dicembre 1997, grazie alla loro ineguagliabile bellezza paesaggistica ed all’unicità degli eco sistemi che sono riusciti a preservare.
La variegata offerta turistica della provincia spezzina si concretizza inoltre in molteplici circuiti che dalla città di La Spezia si dipanano in ogni borgo dove musei, castelli, fortezze, ville di età romana, aree archeologiche, chiese e santuari  permettono al visitatore un’emozionante immersione nella cultura e nelle tradizioni locali, con la possibilità di gustare ottimi prodotti enogastronomici che portano con sé il gusto ed il profumo del mare e della terra che li ha generati e delle mani sapienti di chi li ha lavorati e resi unici.

Chiedi maggiori informazioni


COSA VISITARE

1 Breve visita al centro cittadino della Spezia e cena in uno dei ristoranti tipici.

2 Visita delle Cinque Terre (Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso) e di Portovenere, che possono essere visitate a piedi percorrendo gli spettacolari sentieri che le collegano, oppure in treno. Per chi ama il mare c’è la possibilità tutto l’anno di muoversi in battello e godere dei panorami indimenticabili da un punto di vista privilegiato. Più tardi si può proseguire con la visita di Lerici, del suo Borgo, dell’Oratorio di San Rocco, della Chiesa di San Francesco e dell’imponente Castello di Lerici, sede del Museo Geopaleontologico, che presenta orme di dinosauri etecodonti, vissuti oltre 200 milioni di anni fa.

3 Visita guidata della Spezia e di Sarzana. Passeggiata e visita al centro storico della Spezia, ingresso al Museo Civico di Arte Antica e al Museo Archeologico nel Castello di San Giorgio. C’è la possibilità di sostituire questi musei con la visita al Museo Navale, orgoglio della città, allestito all’interno dell’Arsenale militare. In seguito trasferimento a Sarzana, visita del centro storico con la Cattedrale di Santa Maria, la Via Mazzini con l’Antica Via Francigena, fino alla Piazza del Comune. L’itinerario si conclude con la visita nella splendida Fortezza di Sarzanello.

Chiedi maggiori informazioni


DA NON PERDERE

Città della Spezia, le Cinque Terre, Portovenere, Levanto e Bonassola, Borgo marinaro delle Grazie, San Terenzo, Lerici e Tellaro, Parco Naturale Regionale di Montemarcello, Val di Magra, Sito archeologico di Luni, Città di Sarzana.


COME ARRIVARE

In auto: Autostrada A12 Genova-Livorno,
Autostrada A15 Parma-La Spezia.
In treno: Linea ferroviaria Roma – Pisa – Genova.
In aereo: Aeroporti di Pisa e di Genova.


CAMEERA DI COMMERCIO DI RIVIERE DI LIGURIA

Tel: +390187/723232
Fax: +390187/723228
Email:  federica.bonanini@rivlig.camcom.it
Web: www.rlvllg.camcom.gov.lt

Lascia un commento