• EN
  • IT
  • Mirabilia e la scommessa dell’oleoturismo. Tortorelli: “Servono grandi professionalità all’altezza delle sfide del mercato”


    Tipo segnalazione: Notizia

    Il Presidente di Mirabilia Network Angelo Tortorelli è intervenuto oggi nel corso della manifestazione “Olio Capitale – Salone degli extravergini tipici e di qualità”, la più grande fiera dell’olioextravergine d’oliva in Italia, in programma dall’8 al 10 marzo 2024, presso il Generali Convention Center di Trieste.

    Il Presidente ha preso la parola ricordando “il fascino familiare e le forti suggestioni”, che solo questo territorio “snodo di commerci, rotte, uomini e popoli del Mediterraneo” è in grado di regalare e ha ribadito la necessità di puntare sul “Turismo delle radici” su cui sempre più spesso si sta investendo: “Gli italiani e non solo gli italiani, di seconda e terza generazione, scoprono di anno in anno la voglia di esplorare sempre di più il nostro Paese”.

    Tortorelli ha poi raccontato l’esperienza Mirabilia Network, l’Associazione che riunisce 21 camere di commercio su cui insiste almeno un sito Unesco e Unioncamere: “Mirabilia è una tela che unisce la nostra Italia dal Sud a Nord, da Est a Ovest, lungo un collegamento con il turismo culturale, sostenibile, lento in grado di armonizzare con il paesaggio le loro comunità, in veste di cittadini temporanei e non certo di ospiti o anche cittadini di ritorno”.

    Un percorso inizialmente condiviso da poche camere di commercio e che ha portato l’Associazione a crescere via via fino a coinvolgere 21 enti camerali e riunire ben 33 siti Unesco su “un’area vasta che interessa città importanti e piccoli borghi in grado di attrarre visitatori italiani, ma soprattutto stranieri anche per l’offerta dell’enogastronomia come ci conferma il successo delle nostre borse annuali, quelle del turismo culturale e quella dedicata e cioè quella del Food&drink”.

    “Mirabilia è un modello di governance che ha generato impatti soprattutto nel campo della formazione, dell’innovazione e della tecnologia, grazie al forte contributo dei PID, che sono i Punti d’impresa digitale, andando anche oltre i confini della nostra Penisola. È stato varato anche con il nostro assenso e con il nostro contributo il Mirabilia France, dove il sistema camerale francese ha adottato questo schema, questo network per le loro imprese”.

    E poi ha aggiunto: “Quindi il nostro know-how è una dimostrazione che anche oltre le Alpi non abbiamo fallito e stiamo andando avanti. Penso soprattutto agli assi portanti, alle sfide del Made in Italy, quali la cultura, le bellezze naturali, ma anche al buon cibo e quindi l’olio è sicuramente una parte essenziale della dieta mediterranea, ma anche e soprattutto dell’ambiente e delle sue numerosissime declinazioni”.

    “È stato bello crederci fin dall’inizio, confermando e rafforzando il nostro legame con questa fiera, quindi con la Camera di Commercio del Friuli-Venezia Giulia, che è titolare sicuramente di questa bellissima iniziativa e con la sua azienda speciale, stringendo collaborazioni anche con l’associazione “Città dell’Olio” e l’Ercole Olivario”.

    Come ha ricordato il Presidente Tortorelli, il Premio Ercole Olivario, il concorso degli oli organizzato dalla Camera di Commercio di Perugia è del resto, da oltre 30 anni un punto di grande riferimento nazionale del settore.

    “Questo pomeriggio spero che riusciremo a formalizzare questo accordo tra Mirabilia Città dell’Olio e l’Ercole Olivario per condividere insieme, perché è importante la condivisione questi progetti e questi obiettivi. Noi di Mirabilia abbiamo sempre creduto nella necessità di far parte, di mettersi insieme per dare vita alla stessa idea di bene comune attraverso le camere di commercio partner attraverso un’offerta integrata di siti Unesco, meno noti, ma per questo non meno importanti, per la fruibilità e il collegamento tra settori culturalmente votati”.

    Dopo un breve excursus sull’importanza dell’olio, pianta sacra per gli antichi greci, unguento pregiato per i romani e alimento trasversalmente democratico, utilizzato da tutte le classi sociali, il Presidente ha così dichiarato: “I miti, la storia, le religioni e i territori si intrecciano saldamente e inevitabilmente ci richiamano a quell’impegno fattivo per cui anche noi oggi siamo qui presenti e al rispetto dei principi della sostenibilità declinata sotto il profilo ambientale. Tutto questo necessita oggi ed è una grande scommessa, di grandi professionalità all’altezza delle sfide del mercato”.

    “Oggi qui a Trieste per noi di Mirabilia è la terza tappa. Nelle due precedenti edizioni avevamo introdotto il concetto del turismo dell’olio e avevamo favorito la partecipazione alla fiera di un’area dedicata di operatori dell’oleoturismo già attivi o in fase di avvio, mettendoli in contatto con buyers, esperti con tutto quel mondo che gravita intorno all’Olio Capitale, declinandolo però in modo specifico in favore dell’offerta turistica. Avevamo realizzato con la Camera di Commercio del Friuli-Venezia Giulia e con la sua azienda speciale una prima fase di mappatura. Oggi invece possiamo portare a casa i risultati definitivi dove sicuramente questo nostro lavoro nell’individuare, nello scegliere e nell’impostare, ma soprattutto nel costruire e aiutare i nostri imprenditori a migliorare la propria offerta legata all’olio ha dato risultati eccellenti”.

    In effetti, oggi l’area Mirabilia presenta ben 21 operatori provenienti dall’Abruzzo, dalla Basilicata, dalla Calabria, dal Friuli-Venezia Giulia, dal Molise, dalla Puglia, dalla Sicilia, dall’Umbria e dal Veneto che in questi giorni potranno avvalersi di “un contesto qualificato in cui presentare la propria offerta oleoturistica e quella del prodotto dell’olio extravergine d’oliva”.

    Infine, il Presidente ha rivolto un grande in bocca al lupo agli imprenditori olivicoli con queste parole: “Mirabilia continuerà a rimanere e sostenere con una grande spinta verso la crescita di quell’offerta dal punto di vista sia del prodotto, ma anche dei servizi e delle professionalità da mettere in campo per rispondere a quei fabbisogni dei turisti enogastronomici, che anche nel 2024 si faranno allettare da uno dei grandi driver di attrattività per tutto il Paese, il suo straordinario paesaggio, le sue materie prime con l’olio che rappresenta e rappresenterà sempre uno dei grandi elementi della dieta mediterranea. Buon lavoro e buon oleoturismo a tutti quanti”.

    Luogo: Olio Capitale – Salone degli extravergini tipici e di qualità – Trieste Convention Center , V.le Miramare , 24/2, TRIESTE, TRIESTE, FRIULI-VENEZIA GIULIA

    +39 0835 338408 – 41 – 42

    info@mirabilianetwork.eu

    associazionemirabilianetwork@legalmail.it

    L’Associazione Mirabilia Network è dedicata alla promozione dei territori e dei percorsi nei siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO sostenuti delle Camere di Commercio di:

    Pubblicazione ai sensi del terzo comma dell'art.2501-ter del Codice civile del Progetto di trasformazione e fusione dell'Associazione Mirabilia Network in Isnart Scpa